Screevo è una startup giovane che automatizza l’inserimento dati nei sistemi informatici e offre supporto nella trasformazione digitale, con le più avanzate tecnologie del momento. 

Aiuta ad accrescere ed esprimere il proprio potenziale, impegnandosi nel sostegno dei clienti nei loro task giornalieri. 

L’obiettivo è quello di liberare impiegati, tecnici e operatori dal task della raccolta ed inserimento dati a sistema.

Il loro Mantra è infatti “libero dalla scrittura- free from typing “.

Screevo crea pura automazione: si tratta infatti di un algoritmo che si occupa della scrittura dei dati al posto degli impiegati. 

Hanno infatti valutato che qualunque dipendente spende la maggior parte del tempo al PC per l’inserimento dei dati, specialmente gli operatori che effettuano interventi di tipo produttivo o di consulenza, togliendo tempo alle reali task che gli competono.

La loro offerta si basa sull’intelligenza artificiale, il riconoscimento vocale e RPA (robotic process automation).

Si dedicano inoltre a velocizzare il processo di check dei dati attraverso un sistema vocale, che orienta le risposte nel sistema “screen +voice”, per avere una dettatura dei dati in real time negli specifici campi del sistema software del cliente. 

Secondo la ricerca McKinsey,  il 40% degli impiegati spende  tempo ad inserire dati, invece di lavorare su task a più alto valore aggiunto per il business.

Chi è Screevo?

Nata a Roma nel 2020 dall’esperienza di Domenico Crescenzo, CEO e AD MASTER BUSINESS ADMINISTRATION, l’azienda ha lavorato extra time con un solo obiettivo: mettere in pratica la loro VISION: hands free from typing! 

Sono stati subito selezionati tra le prime dieci startup del settore ed hanno vissuto una crescita veloce ed esponenziale, proprio perché sostenuti da grandi incubatori italiani.

Al suo interno troviamo la presenza di 4 risorse, tra cui oltre al CEO, software developers; la loro sfida durante la pandemia è stata  quella di lanciarsi nel lavoro, ma senza allinearsi dal vivo, trovando nonostante tutto, la motivazione per lavorare. 

Domenico Crescenzo ha utilizzato la propria esperienza nell’area manifatturiera e si racconta per noi. 

 

Lo scenario del mercato è cambiato di recente in maniera integrale a causa degli effetti del Coronavirus, che ha messo a dura prova le aziende ed i professionisti di quasi tutti i settori. Cosa hai fatto per orientarti nel mercato in questa fase storica? 

Io ed il mio Team abbiamo scelto, in questa fase storica, di non fermarci e spingere ancor di più sull’innovazione. Screevo nasce proprio durante il periodo di pandemia.

 

Quali sono le competenze che hai messo in campo?

La Capacità di motivare il team in un periodo storico incredibile. Coinvolgerli in un progetto ambizioso e condividere una vision in cui credono.

 

Come rispondi ad un mercato incerto e volatile?

Una  startup  deve essere dinamica per definizione: ascoltiamo i clienti, ci adattiamo alle esigenze che riscontriamo e cerchiamo di farne un prodotto scalabile.

 

Quanto ti fai guidare dalla tua vision e in che modo?

Mi faccio guidare al 100%. 

Ogni scelta tecnica e commerciale è guidata dalla nostra vision:  hands free from typing.

 

Hai colto opportunità da questo momento?

Abbiamo avuto la fortuna (o forse bravura) di trovare aziende pronte ad investire nella digitalizzazione.

 

Cosa hai innovato nella tua azienda o nel tuo ruolo?

Abbiamo creato un team vision-driven: il team è composto da  persone che non si conoscono e che in questo momento lavorano senza avere una gratificazione economica, ma sono tutti guidati da un sogno comune. Questa è la potenza del gruppo, guidato da una visione comune!

Cosa ti servirebbe per essere ancora più agile?

Siamo in “fundraising” per portare il nostro prodotto al next level.

 

Ringraziamo Screevo e  Domenico Crescenzo, poiché troviamo un forte livello di engagement e di passione sul progetto. Grande è la loro attenzione al mondo del lavoro attuale e con le loro tecniche incoraggiano i professionisti a sentirsi liberi di saper scegliere a cosa dare priorità e non essere solo efficienti; inoltre Screevo sta a ricordarci sempre che la qualità delle cose è più importante della quantità.

 

Gaia Carnesi

L'autore

Gaia Carnesi

Ora tocca a te! Vuoi ottenere di più dal tuo business?

Contattaci per chiedere una consulenza personalizzata.

    Scegli l'argomento:

    I campi contrassegnati con * sono obbligatori.