Prezzemolo e Vitale è un Family Business, nato 40 anni fa a Palermo che inizialmente si presentava come una bottega del cibo, una  piccola salumeria. 

La sua evoluzione nel tempo è stata quella di un luogo che unisce le forniture tipiche del supermercato con le migliori eccellenze siciliane, italiane ed estere ad una selezione enogastronomica di altissima qualità.

Frutto della relazione tra Giuseppe Prezzemolo e Giusi Vitale e grazie alle loro esperienze nel settore, Prezzemolo e Vitale vede oggi sette punti vendita nella città di Palermo e due a Londra. 

Offrono ogni giorno il servizio di spesa online con consegna a domicilio e propongono una ricca selezione di etichette di provenienza locale, insieme ad una vasta scelta di prodotti della GDO (per la grande distribuzione organizzata) . 

Un altro aspetto vincente del loro catalogo consiste nell’enoteca, con vini di varie tipologie e liquori. 

Sono stati i primi  a vendere formaggio svizzero e champagne a Palermo e si sono sempre distinti per l’attenzione all’ascolto del cliente.

La promozione dei prodotti  tipici siciliani e della tradizione è il loro obiettivo; si fanno sempre guidare infatti dai sapori della loro terra e sono andati avanti rispetto ad un approccio di mercato unico. Non hanno puntato sulla concorrenza dei prezzi, ma sulla ricerca di prodotti di eccellenza, attentamente selezionati da Giuseppe e Giuseppa, rispettivamente responsabile del controllo qualità freschi e CEO dell’azienda.

Dall’intuizione di Salvatore Prezzemolo è stato poi aperto il primo store a Londra, nel rinomato quartiere di  Notting Hill. Attualmente, ci sono ben 4 store nella capitale inglese ed  è prevista anche l’apertura del quinto punto vendita. 

Nella città  sono ormai un’istituzione, tanto che il quotidiano inglese Times ha dedicato loro un articolo in cui vengono definiti  uno dei deli (abbreviativo inglese di delicatessen) migliori dell’Inghilterra.

La loro versione di bottega, legata alle eccellenze italiane, fa la differenza specialmente all’estero, dove la cucina italiana è particolarmente rinomata. Esportano anche i noti prodotti culinari Giù Giù: conserve, marmellate e sughi pronti e premiano la filiera corta, svolgendo un’attenta ricerca dei genuini sapori e prodotti  di una volta.

Prezzemolo e Vitale: una storia di successo anche in piena pandemia

Antonio Tortorici  è e-commerce  manager all’interno dell’azienda, ha 25 anni ed è stato  inserito  durante il periodo del  lockdown, proprio quando il reparto della vendita online  si è sviluppato. Antonio ha gestito il vecchio e-commerce e adesso ne gestisce uno nuovo, utilizzando la piattaforma MAGENTO. 

Attualmente  sono in 3 a gestire il sito e le vendite on line e, con questa occasione, hanno dato vita anche ad un team delegato alla comunicazione. 

Cosa hai fatto per orientarti nel mercato in questa fase storica?

Ci siamo avvicinati ancor di più ai nostri clienti. Abbiamo cercato in tutti i modi di essere reperibili da tutti i canali e di essere flessibili nel soddisfare le loro esigenze. Specialmente nell’ambito delle consegne non ci siamo limitati solamente a tenere attivo un servizio di spesa tramite e-commerce, ma siamo stati operativi anche attraverso un servizio telefonico e whatsapp per permettere a chiunque, specialmente i più  “fragili” di poter fare comodamente la spesa, senza barriere e senza esclusioni.

Uno dei valori più importanti per l’azienda è la cura del cliente, lo staff di Prezzemolo e Vitale è  molto disponibile ed ascolta tutte le esigenze dei clienti, interagendo con essi tramite un rapporto diretto e cordiale. 

Attraverso i loro servizi si può ritornare al piacere di fare la spesa online, pur mantenendo un contatto rapido tramite i canali  whatsapp e il telefono diretto con il supermercato. Le richieste sono maggiorate del 200% per via telefonica  e questo ha permesso l’attivazione di  un centralino che non si riduce solo ad un momento per prendere gli ordini,  ma anche per intessere relazioni significative con i clienti… potremmo definirlo un “tocco di umanità e connessione con il cliente”.

 

Quali sono le competenze che hai messo in campo? 

Ho messo in campo tutte le mie competenze in ambito digitale per poter integrare un servizio di Customer Service efficiente ed efficace.


Come rispondere ad un mercato incerto e volatile? 

Si risponde con flessibilità e resilienza. Bisogna essere rapidi ad adattarsi, mentre in altri scenari bisogna essere coraggiosi e sicuri delle proprie decisioni. 

Quanto ti fai guidare dalla tua vision e in che modo? 

Mi faccio guidare molto. Ogni giorno ci domandiamo se le scelte che intraprendiamo possano essere allineate alla nostra vision. La vision è in divenire.

Quella  di  Antonio è molto allineata a quella di Prezzemolo e Vitale. Vedere qualcosa di diverso, rimanere per come si è, migliorarsi…insomma, un atteggiamento imprenditoriale dalle sembianze molto anglosassoni, che si potrebbe riassumere in tre valori:  voglia di migliorare sempre il servizio, cura del cliente ed execution first.


Hai colto opportunità da questo momento? 

Si molte. Siamo cresciuti rapidamente nel settore online. L’azienda ha anche voluto investire di più su questo settore, di conseguenza anche il mio team è cresciuto molto.

L’azienda  non ha subìto al suo interno il flusso del lockdown, la maggior parte delle risorse hanno continuato a lavorare dal vivo. 

Il team è stato formato da poco ed ha una struttura molto “piatta”: ognuno si autogestisce e possiede delle responsabilità definite, modalità vicina alle organizzazione definite “teal”, ossia dove la leadership è diffusa. 

Sono tutti molto giovani, under 30. Antonio, oltre a gestire il team, gestisce anche le agenzie esterne che seguono l’azienda, di implementazioni e sviluppi. Si sono motivati  tanto grazie al lavoro che è stato sempre condotto a pieno ritmo. Tutti i giorni hanno  trasmesso  all’intero team l’idea  di fare sempre meglio, non solo per le risorse interne  ma anche per gli esterni.

Cosa hai innovato nella tua azienda o nel tuo ruolo? 

Abbiamo creato una realtà ai confini tra esperienza impiegata digitalmente con quella fisica al punto vendita. Ho accorciato le distanze tra punto vendita fisico ed e-commerce digitale.

Abbiamo inserito elementi digitali nei punti vendita (per esempio con i Qr code che descrivono le nostre specialità). Abbiamo istituito un servizio di “personal shopper” tramite telefono. 

All’interno dei punti vendita  troviamo anche la specifica, tramite QR CODE, per seguire tutta la catena di produzione nel dettaglio.  

Cosa ti servirebbe per essere ancora più agile? 

Mi servirebbe la possibilità di avere un team tecnico internalizzato. Tempo al tempo, ancor prima è necessario possedere delle competenze per poterlo gestire e solo con il passare del tempo ci arriveremo . 

Un ringraziamento all’azienda siciliana Prezzemolo e Vitale e ad Antonio Tortorici, per contribuire a mantenere alto il  livello della nostra tradizione, con la cortesia che li contraddistingue. Per la passione che mettono nel loro lavoro, l’autenticità e genuinità della loro offerta  senza mai  tralasciare un’attenta  formazione del personale e l’ascolto al cliente.

Gaia Carnesi

L'autore

Gaia Carnesi

Ora tocca a te! Vuoi ottenere di più dal tuo business?

Contattaci per chiedere una consulenza personalizzata.

    Scegli l'argomento:

    I campi contrassegnati con * sono obbligatori.